Uno dei principali problemi per molte persone con disabilità è quello di spostarsi in autonomia. I problemi principali sorgono per le persone con disabilità visive e motorie e necessitano di soluzioni eterogenee in grado di: calcolare la posizione indoor con alta precisione, riconoscere gli oggetti presenti nell'ambiente, trasmettere le informazioni in modo efficace agli utenti. E' disponibile una descrizione sintetica di queste attività, con relativa bibliografia.

 

Argomento: riconoscimento di oggetti tramite tecniche di computer vision

Tesi per lauree triennali o magistrali

Una soluzione proposta dal laboratorio EveryWare prevede l'utilizzo di tecniche di Augmented Reality per identificare gli ostacoli che si trovano lungo il percorso di un utente con disabilità visive. La tecnica attuale riesce a identificare la presenza di un ostacolo, ma non riesce a comprendere di quale ostacolo si tratti. Lo scopo di questo lavoro di tesi è quello di estendere la tecnica per riconoscere almeno alcune tipologie di ostacoli.

Requisiti: programmazione per dispositivi iOS, (opzionale) machine learning e computer vision.

 

Argomento: miglioramento e la validazione del riconoscimento degli ostacoli

Tesi per lauree triennali o magistrali

La tecnica per l'identificazione degli ostacoli utilizzata al momento sfrutta la camera di profondità disponibile sui nuovi dispositivi mobili al fine di stimare la distanza dell'ostacolo dall'utente. Tuttavia, la precisione di riconoscimento non è stata ancora valutata. Questa tesi richiede il miglioramento della tecnica esistente per superare alcune limitazioni (es: distinguere l'ostacolo dal pavimento), e la valutazione sperimentale della tecnica prodotta (su dataset standard o su un dataset nuovo da costituirsi come parte del progetto).

Requisiti: programmazione per dispositivi iOS, (opzionale) machine learning e computer vision.

 

Argomento: tecniche di guida con audio in 3D

Tesi per lauree triennali o magistrali

Per il supporto alla mobilità di persone con disabilità visive vengono spesso utilizzate istruzioni audio. Questo lavoro di tesi intende esplorare nuove tecniche di guida attraverso l'uso di audio spazializzato in 3D. Da un lato, tali tecniche di guida devono essere facili da seguire, anche in presenza di rumore ed altri suoni. Dall'altro alto, le istruzioni audio devono comunque permettere l'uso dell'udito per interagire con il mondo, ad esempio per riconoscere pericoli o parlare con altre persone.

Requisiti: programmazione per dispositivi iOS, (opzionale) programmazione audio.

 

Argomento: validazione di una tecnica di sonificazione esistente

Tesi per lauree triennali o magistrali

In lavori di ricerca precedenti, svolti da un diverso gruppo di ricerca, è stata proposta la tecnica di sonificazione esemplificata in questo video. Lo scopo del lavoro di tesi è sviluppare questa tecnica su dispositivi mobili, acquisendo le informazioni di profondità direttamente dal dispositivo stesso, oppure da un sensore di profondità esterno. La tecnica implementata sarà poi valutata con utenti e possibilmente confrontata con altre tecniche esistenti.

Requisiti: programmazione per dispositivi iOS, (opzionale) programmazione audio.

 

Argomento: Istruzioni audio in presenza di suoni ambientali

Tesi per lauree triennali o magistrali

Questa tesi intende esplorare l'effetto dei suoni presenti nell'ambiente sulla capacità degli utenti non vedenti di seguire le istruzioni verbali o audio. Si prevede inoltre lo sviluppo e la validazione di tecniche di compensazione al fine di adattare l'interazione al contesto in maniera dinamica.

Requisiti: programmazione per dispositivi iOS, (opzionale) programmazione audio.

 

Argomento: navigazione outdoor su percorsi creati ad hoc per un utente utilizzando tecniche di augmented reality

Tesi per lauree triennali o magistrali

Alcune soluzioni per supportare la navigazione indoor delle persone con disabilità visive prevedono questo approccio: una persona con disabilità visive viene accompagnata da una persona vedente lungo il percorso. Durante questa fase un device viene utilizzato per tenere traccia degli spostamenti (usando tecniche di augmented reality). In seguito la persona con disabilità visive può percorrere nuovamente lo stesso percorso (in entrambe le direzioni), supportata dall'applicazione che conosce quali spostamenti devono essere effettuati. Lo scopo di questi lavori di tesi è duplice: da un lato, usare lo stesso approccio descritto sopra per la navigazione outdoor, facendo però in modo che l'accompagnatore non debba fisicamente percorrere il tratto di strada, ma possa indicare su una mappa il percorso da seguire. L'altro contributo consiste nel migliorare il calcolo della posizione ottenuto tramite SO del dispositivo mobili (tipicamente GNSS+WiFi) con una tecnica basata su augmented reality, che sfrutta la conoscenza della posizione esatta di oggetti facilmente riconoscibili, come i cartelli stradali, ad esempio.

 

Requisiti: programmazione per dispositivi mobili (iOS o Android).